Il primo giorno di scuola non si deve scordare mai

Photo by Agence Olloweb on Unsplash

Lunedì 16 abbiamo ripreso le attività didattiche. Il primo giorno praticamente è stata una festa, non come quella conclusiva, ma è stata comunque una festa.

Come da tradizione, qui un post relativo agli anni precedenti, nel nostro paese i bambini di prima partono dalla loro scuola dell’infanzia, ne abbiamo due una statale e una comunale, e con un corteo a piedi vengono accompagnati dai genitori, parenti, associazioni, sindaco e giunta comunale. All’ingresso vengono accolti con un grande applauso da tutti i bambini della scuola primaria, dai docenti e dal preside.

E’ una scena da brividi, che nonostante i decenni di insegnamento, mi commuove sempre fino alle lacrime.

Quest’anno i bambini di seconda hanno consegnato ai bambini di prima un biglietto, il biglietto di viaggio per una nuova avventura. Dopo di che sono stati chiamati ad uno, gli è stato un quaderno in regalato dall’amministrazione comunale, in ricordo del loro primo anno di scuola primaria.

Non so, ma questa cosa che tutto il paese partecipa al primo giorno di scuola dei bambini di prima mi riempie di commozione e di gioia. Gioia e orgoglio di far parte di una comunità di organizzare questa bellissima cosa.

Photo by Agence Olloweb on Unsplash

11 commenti

  1. Infatti è bellissimo e mi piace da matti questa festa comunitaria che dà tanta importanza a qualcosa che in effetti ne riveste tantissima. Buon viaggio a tutti voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.